Crea sito

La Lancia Gamma berlina testata da "Quattroruote"

In concomitanza con l' immissione sul mercato automobilistico della seconda serie della sfortunata e iper-problematica berlinona made in Lancia, la celebre rivista automobilistica italiana "Quattroruote", le dedicò un ampio servizio, lungo circa una decina di pagine.

Curiosamente, la stessa rivista, da sempre molto attenta alle novità, e talvolta accusata di un eccessiva indulgenza verso i prodotti dell' industria automobilistica nostrana, aveva ignorato pressochè completamente l' esordio della Lancia Gamma prima serie.

In effetti essa si era limitata a pubblicare articoli che la riguardavano solo marginalmente, e perdipiù non aveva mai testato compiutamente un esemplare della discussa ammiraglia, perlomeno sino ad allora.

Qui di seguito sono raccolte le immagini delle pagine relative all' articolo in questione, e sotto ogni pagina sono raccolti stralci più significativi della parte discorsiva dello stesso.

Cliccate sulle immagini, esse diverranno visibili nella loro dimensione originale...

...e una volta ingrandite, cliccandoci  su per una seconda volta volta, potrete leggere

l' articolo dedicato alla Lancia Gamma berlina come se aveste il periodico in mano !

Presentazione...Con la "Gamma", presentata al Salone di Ginevra del' 76, la Lancia è tornata nel settore delle vetture di prestigio, una fascia di mercato dalla quale la Casa torinese era assente dal ' 69, anno in cui uscì di produzione la "Flaminia"...Il debutto della  "Gamma"  non è stato facile, anzi a sconcertato i fedelissimi Lancia che si attendevano una vettura che potesse competere con la concorrenza straniera e sopratutto con le sei cilindri tedesche...L' anno scorso, a quattro anni dal debutto, alla "Gamma" è stata apportata una serie di migliorie estetiche e meccaniche che dovrebbero, secondo gli uomini della Lancia rilanciare l' ammiraglia di Chivasso...La novità più interessante di questa seconda serie è costituita dal motore di 2,5 litri equipaggiato con l' iniezione elettronica, che in Italia sostituisce quello a carburatori..La nuova "Gamma", oggetto della nostra prova, è sostanzialmente immutata nelle principali caratteristiche meccaniche rispetto alla precedente versione, dispone di 140 CV DIN, ha una velocità rilevata di 191 Km/h e costa 19.906.000 lire...

Esterno...Linea aerodinamica, ma ancora poco personale...Ha linea poco personale cui poco giovano le lievi modifiche esterne apportate l' anno scorso, specie nel frontale...Il cofano rilevato al centro mette in evidenza la nuova calandra identica a quella di altri modelli Lancia (come la "Beta" e la "Delta")...Lateralmente fa spicco la linea a due volumi "fast back", con sei luci e massicci montanti posteriori...Notevoli le dimensioni (la "Gamma" è lunga oltre 4 metri e mezzo) confrontabili a quelle delle piccole "Mercedes" e della Opel "Record"...

Interno...Cinque posti comodi...Grazie alle notevoli dimensioni del corpo vettura , nella "Gamma" cinque persone trovano posto abbastanza comodamente ...Davanti lo spazio a disposizione è notevole; dietro, grazie all' ampio spazio longitudinale, non si toccano con le gambe gli schienali dei sedili anteriori anche se questi sono completamente arretrati...Molto comodi i sedili, imbottiti, sufficientemente avvolgenti e ben rifiniti...Buona l' accessibilità dalle quattro ampie portiere...

Poso di guida...Volante e dedile di guida regolabili in altezza...Come si conviene ad una vettura di classe superiore la "Gamma" dispone di alcuni utilissimi accessori come il volante e il sedile di guida regolabili in altezza, che consentono a quasi tutti i piloti di trovare gli assetti migliori...Il sedile, comodo e ben profilato ha inoltre schienale reclinabile e corsa adeguata...

Plancia e comandi...Cruscotto massiccio, molti pulsanti...La plancia ha rivestimento più accurato, però è disegnata senza particolare estro...Invariata la disposizione dei comandi principali a levette (di nuovo disegno sul piantone; alcuni di quelli secondari sono affidati a sei pulsanti spia posti nel cruscotto ; altri si trovano al centro, sotto la plancia e sul tunnel centrale...

Strumentazione...Dotazione completa: migliorata la grafica...La grafica è ora più chiara, la dotazione è completa, tra le migliori in assoluto (c'è anche il controllo livello olio)...Numerose le spie, raccolte nel tachimetro e nel contagiri...L' illuminazione è graduabile, ma a volte il volante ostacola la consultazione di alcuni strumenti...L' orologio, ora di tipo digitale, non è facilmente consultabile...

Finitura...Adeguata alla classe della vettura...All' interno molto è stato fatto, soprattutto per quanto riguarda la finitura dei particolari che ora ci sembra adeguata alla "Gamma"...La plancia, ad esempio, è ben costruita e ben rifinita; migliorati i rivestimenti in plastica e la componentistica (soprattutto la plancia) e di buon livello...Sui sedili e sulle portiere c'è un velluto più robusto...Da segnalare anche il nuovo disegno dei comandi , del volante e della leva del cambio...Curato anche l' esterno con finitura quasi sempre adeguata all' importanza della vettura.

Visibilità...Buona in avanti e ai lati, scarsa quella posteriore in manovra...La visibilità è legata alla linea a due volumi della "Gamma"; quella posteriore è piuttosto scarsa, sia per la posizione e le dimensioni del lunotto che per i massicci montanti ...Serve a poco quindi la feritoia supplementare alla base del lunotto ...Davanti e lateralmente nessun problema grazie anche all' ampia superficie vetrata: molto utile lo specchietto retrovisore esterno regolabile elettricamente dall' interno...Davanti e lateralmente nessun problema grazie anche all' ampia superficie vetrata: molto utile lo specchietto retrovisore esterno regolabile dall' interno...

Accessori...Dotazione di serie ottima...La "Gamma"  può contare su di un' ottima dotazione di serie...Tra gli accessori più importanti, oltre al volante regolabile, alle 5 marce, ai 4 freni a disco, al servosterzo, ricordiamo gli alzacristalli elettrici, i pneumatici superribassati  Pirelli "P6", lo specchietto retrovisore esterno regolabile elettricamente , la plafoniera che si spegne 15 secondi dopo la chiusura delle portiere e una strumentazione completa...A richiesta, tra le più importanti, la chiusura centralizata, l' aria condizionata, il cambio automatico...Peccato non sia possibile montare il tetto apribile, che c'è su altri modelli Lancia...

Bagagliaio...l vano della "Gamma" è abbastanza ampio anche se la possibilità di carico sono un po' limitate , data la forma "a forno"...La capacità complessiva è di 450 dmc con possibilità di contenere valigie per 365 dmc...Pratica l' apertura del coperchio a doppia articolazione con angolo molto ampio, ma scomodo lo stivaggio...Il vano abbastanza regolare è completamente rivestito da un tappetino tipo moquette...

Climatizzazione..Impianto migliorato: decisamente efficace...Criticammo in passato il complicato impianto di climatizzazione della "Gamma"...ora, grazie ad alcune migliorie, l' impianto è di buon livello e finalmente consente di regolare sia la temperatura che il flusso dell' aria(prima era quasi impossibile ottenere temperature intermedie tra il "tutto freddo" e il "tutto caldo)"... Comandi molto semplici (levette e pulsanti) posti al centro del cruscotto, facilmente azionabili e notevolmente illuminati...

Consumo...Discreto alle medie velocità: sale (parecchio) a quelle più alte...Nonostante l' efficiente aerodinamica, i cinque rapporti e l' iniezione, i consumi della nuova "2500" non si differenziano molto da quelli della vecchia versione a carburatori...In autostrada il consumo più frequente è di circa 12l/100km se, ovviamente la velocità rimane contenuta...A 140 km/h il consumo sale già a 13 litri per 100 km...La "Gamma" non è quindi un' auto molto sobria: alcune sei cilindri di pari cilindrata ottengono in pratica gli stessi risultati...Lievi i vantaggi offerti dall' iniezione nel trafficoi cittadino: anche qui i consumi variano di poco rispetto alla precedente versione...

Velocità...Buona per una 2500 cc...Sono stati raggiunti i 191 km/h: un risultato buono per una 2500 cc, ma rispetto alla precedente versione (che aveva toccato i 194 km/h) c'è stata una lieve diminuzione dovuta probabilmente alla diversità delle gomme montate...Elevate comunque le medie autostradali perchè a 140 km/h il motore gira appena a 4000giri/min...

Motore...Migliorato nel funzionamento...Il boxer della "Gamma" è un ottimo quattro cilindri che ha tratto giovamento dall' adozione dell' iniezione, alla quale si deve soprattutto la maggior docezza di funzionamento...La potenza è buona, la coppia è già consistente a 2000 giri/min...All' inizio può non entusiasmare gli amanti dei motori brillanti, tuttavia in seguito si apprezzano anche i vantaggi offerti da tale motore, soprattutto ai bassi-medi regimi, mentre a quelli più elevati dimostra la sua resistenza, pur manifestando una sgradevole rumorosità metallica...

Accelerazione...Netto miglioramento, però risultati normali per una 2500 cc...Elementi determinanti per l' accelerazione della "Gamma" sono la potenza non eccezionale e il peso elevato, perciò i tempi ottenuti sui 400 metri (17.2 sec.) e sul chilometro (31,4 sec.) sono a livello di una buona 2 litri...Sono comunque risultati moigliori di quelli ottenuti dalla precedente versione...

Ripresa...Buona elasticità...In quest' ultima versione della "Gamma" la ripresa è migliorata molto grazie all' iniezione...Già ai bassi regimi si nota un' omogeneità di funzionamento apprezzabile e in quinta reagisce abbastanza bene all' accelerata...Netto quindi sotto questo aspetto il miglioramento rispetto alla versione a carburatori... Anche in quinta con partenza da 30 km/h si riesce a riprendere senza incertezze...Tempo impiegato a percorrere il chilometro: 38,5 sec

Cambio...Migliorata manovrabilità e precisione...E' migliorata anche la trasmissione : la manovrabilità è più veloce e più precisa...Certamente la "Gamma" non ha la precisione di una macchina sportiva , ogni cambio marcia è piuttosto rumoroso: però, nonostante una certa durezza della leva, è difficile commettere errori...Il suo pregio maggiore è costituito dalle 5 marce piuttosto lunghe e quindi particolarmente adatte ai  viaggi autostradali...L sincronizzazione è normale, di tipo turistico, efficace ma abbastanza lenta...

Sterzo...Un ottimo servo...Abbiamo  sempre apprezzato il servosterzo della Lancia, e anche in quest' ultima versione della "Gamma" ha ottime qualità, soprattutto considerando il fatto che si tratta di uan trazione anteriore di notevole potenza... è preciso, ovviamente leggero, e non gioca mai brutti scherzi, neppure nella guida veloce o sul bagnato dove occorre la massima sensibilità di guida...Inoltre le lievi modifiche alle sospensioni (dovute alle nuove gomme) hanno ulteriormente migliorato queste qualità...nonostante il servocomando, mantiene una certa reversibilità che aiuta il pilota a percepire il comportamento delle ruote anteriori motrici...

Confort...Più sportivo che confortevole..A nostro giudizio il risultato più apprezzabile risiede nel fatto di aver raggiunto un buon compromesso tra tenuta e confort nel senso che, date le prestazioni, le sospensioni garantiscono sul liscio una accettabile morbidezza anche se ci sembra più adatta ad una sportiva che ad una berlina...La rumorosità all' interno è assai ridotta sino a che le velocità non sono troppo elevate...Quando si spinge a fondo la rumorosità diventa fastidiosa a causa della ruvidità del motore ad alto regime...Le caratteristiche dei pneumatici, che hanno una capacità di assorbimento assai limitata, influiscano però negativamente nella marcia sullo sconnesso dove la rigidità delle sospensioni diventa a volte troppo evidente...

Freni...4 dischi per una frenata quasi perfetta...La "Gamma" ha sempre avuto un' ottima frenata , qualità che si manteneva in tutte le condizioni di impiego...Anche la "Gamma" nuova serie frena bene alle alte velocità (a 140 all' ora si ferma in soli 95 metri) e, ciò che più conta, ha notevole resistenza alla fatica anche nelle frenate continuate ad alte velocità, mantenendo sempre un' arresto molto omogeneo...Apprezzabile anche la assenza di rumorosità...

Tenuta di strada...Sicura e poco impegnativa in ogni condizione...Nella vecchia versione avevamo lamentato un eccessivo sottosterzo della vettura nella guida veloce e soprattutto sul bagnato ...Nella nuova "Gamma" con l' adozione dei nuovi pneumatici e delle nuove regolazioni questa tendenza ad allargare con decisione le curve si è molto attenuata...La "Gamma" si inserisce in curva con maggiore precisione , è ben "bilanciata", per cui si sono anche attenuate le reazioni tipiche delle tutto avanti... In poche parole la "Gamma" sembra ancora più facile e meno impegnativa da guidare...Sul bagnato conserva la sua proverbilae sicurezza e anche con neve o pioggia da una sensazione di facilità di guida che poche altre vetture di pari potenza possono fornire...Questi sostanziali miglioramenti dipendono dalle nuove regolazioni delle sospensioni, ma soprattutto dalle caratteristiche dei "P6" montati di serie: questi superribassati rappresentano l' evoluzione più aggiornata dei pneumatici "HR" per alte velocità e hanno il "potere" di rendere più facile, sicura e progressiva la guida... 

Ecco infine la pagina della rivista contenente la "pagella finale", relativa ovviamente alla Lancia Gamma berlina seconda serie oggetto del servizio, che appare sostanzialmente favorevole alla vettura in questione, anche se leggendo con attenzione i giudizi espressi sulla stessa all' epoca dalla celebre rivista automobilistica, si ha spesso l' impressione di avere a che fare con un continuo arrampicarsi sugli specchi, che da luogo ad uno strascicato, tribolatissimo e assai imparziale giudizio equiparabile ad un odierno "quasi sufficiente"...

In effetti fra le righe traspare l' evidente intenzione di chi ha scritto l' articolo di minimizzare i macroscopici difetti della sfortunata ammiraglia, e il continui tentativi di focalizzare l' attenzione del lettore sui suoi pregi, pochini, in verità.

Questo spiega il motivo per il quale per esempio la linea della vettura è definita "aerodinamica, ma ancora poco personale", anzichè brutta, o il motivo per il quale si parla di un propulsore caratterizzato da una "rumorosità sgradevole", ma anche "fluido ed elastico", anzichè di un propulsore fiacco, caratterizzato dai consumi eccessivi, e che se sollecitato emetteva uno sgradevole rumore di ferraglia, a causa delle risonanze che si generavano a causa dei difetti della sua struttura.